Iter procedurale dei controlli fiscali

Accertamento dell’identità

Dopo aver fermato il veicolo, le autorità fiscali eseguono dei controlli atti ad accertare l’identità del conducente del veicolo e di tutte le persone presenti a bordo. I funzionari esaminano i documenti e/o effettuano un controllo visivo al fine di verificare se il veicolo trasporta merci ad alto rischio fiscale.

Trasporto di merci ad alto rischio fiscale

Qualora venisse accertata la presenza di merci ad alto rischio fiscale, le autorità fiscali controllano i documenti che accompagnano la merce al fine di stabilire/individuare:

  • Il tipo e la quantità della merce;
  • Il fornitore/venditore della merce;
  • Il destinatario/acquirente della merce;
  • La data e il luogo di ritiro/scarico della merce, e, in caso di transito sul territorio della Repubblica di Bulgaria da uno Stato membro dell’Unione Europea verso un altro Stato membro – la data e il luogo un cui il veicolo lascerà i confini nazionali.

Mancanza di documenti

In caso di mancanza di documenti accompagnatori o qualora nella documentazione dovessero mancare i dati di cui sopra e/o i dati inerenti l’ora prevista di ritiro/scarico della merce, il conducente del veicolo e/o la persona che accompagna la merce compila/compilano il modello di dichiarazione.

Modifica della data, dell’ora e del luogo di ritiro/scarico della merce

La data e il luogo di ritiro/scarico della merce, nonché l’ora prevista per il ritiro/scarico della merce, indicati dal conducente del veicolo/dalla persona che accompagna la merce, possono essere modificati dal destinatario/acquirente per via telematica compilando l’apposito modulo di richiesta. La richiesta deve essere recapitata all’indirizzo di posta elettronica fisc.control@nra.bg e si considera inviata dopo la ricezione della rispettiva conferma di lettura.

Importante! L’ora prevista per la consegna va indicata secondo il fuso orario in Bulgaria.

Apposizione di mezzi tecnici di controllo /MTC/

Qualora il veicolo trasportasse merci ad alto rischio fiscale, le autorità fiscali possono apporre sul veicolo dei mezzi tecnici di controllo e un sigillo/timbro sui documenti di trasporto recante la dicitura “alto rischio fiscale”. Ogni mezzo tecnico di controllo è contraddistinto da un codice unico.

Per l’apposizione di ogni singolo mezzo tecnico di controllo viene redatto un apposito verbale, copia del quale va consegnata al conducente del veicolo e alla persona che accompagna la merce. Nel verbale devono essere riportati tutti i fatti e tutte le circostanze del controllo eseguito.

Rimozione dei mezzi tecnici di controllo /MTC/

I mezzi tecnici di controllo possono essere rimossi solo dagli organi dell’Agenzia delle Entrate, come segue:

  • In caso di acquisto intracomunitario di merci ad alto rischio fiscale – nel luogo di ritiro/scarico delle merci;
  • Per le merci ad alto rischio fiscale che transitano sul territorio della Repubblica di Bulgaria, provenienti da uno Stato membro dell’Unione Europea e dirette ad un altro Stato membro – prima dell’uscita del mezzo di trasporto dal territorio nazionale;
  • In caso di circolazione di merci ad alto rischio nell’entroterra – nel luogo di ritiro/scarico della merce.
  • In caso di consegna intracomunitaria di merci ad alto rischio fiscale – prima dell’uscita dal territorio nazionale del veicolo;

Importante! In caso di scarico della merce in luoghi diversi – i mezzi tecnici per il controllo vanno rimossi in ogni singolo posto di scarico, dopo di che vanno rimessi di nuovo.

In caso di trasporto di merci ad alto rischio fiscale e di altra merce, allo scarico dell’altro tipo di merce non è richiesta la presenza del destinatario/acquirente della stessa.

In caso di dubbi che per il trasporto di merci ad alto rischio fiscale vengono impiegati mezzi di trasporto con portata inferiore a 3 tonnellate allo scopo di aggirare i controlli, vengono applicate le disposizioni inerenti i controlli fiscali.

Garanzie preventive nell’ambito dei controlli fiscali

I casi che prevedono l’adozione di misure di garanzia preventive nell’ambito dei controlli fiscali da parte di un pubblico ufficiale e/o dalle autorità fiscali sono disciplinati in maniera dettagliata dall’art. 121а, comma 1, punti 1 - 4 e comma 2 del Codice di procedura tributaria e contributiva.

Ricorso avverso le azioni compiute dalle autorità fiscali nell’ambito dei controlli fiscali

Avverso le azioni compiute dalle autorità fiscali durante il controllo fiscale sulle merci ad alto rischio fiscale è ammesso ricorso entro giorni 14 dal compimento del controllo, davanti al Direttore della Direzione Territoriale dell’Agenzia Nazionale delle Entrate nel luogo di domiciliazione/compimento, ai sensi dell’art.127ж, in relazione all’art. 41 del Codice di procedura tributaria e contributiva. Il Ricorso non ha il potere di sospendere l’esecuzione delle azioni intraprese.

Responsabilità amministrativa e penale

I funzionari che non hanno adempiuto ai propri obblighi nell’ambito dei controlli fiscali sulla circolazione di merci ad alto rischio fiscale sono legalmente perseguibili dal punto di vista amministrativo e penale in virtù di quanto previsto dalla Legge sulle violazioni e le punizioni amministrative.

...............................................................................

Numeri di contatto degli uffici dell’Agenzia Nazionale delle Entrate

  • +359 884/094735 – numero di telefono del Nucleo per il controllo fiscale
  • E-mail: fisc.control@nra.bg
  • +359 2 9859 6801 assistenza nelle procedure di dichiarazione e nei pagamenti